Potenza, spettacolo “Appunti di viaggio”, Sastri: “Questa passione grazie a mia madre e alla canzone napoletana”

Il 29/03/2017,Teatro Don Bosco , Potenza ,ore 21,oo, si è svolto lo spettacolo dell’attrice Lina Sastri dal titolo “APPUNTI DI VIAGGIO”. Durante la rappresentazione teatrale la protagonista ha raccontato la sua vita dagli inizi in teatro fino ad arrivare al cinema. Nata a Napoli, nel 1953, ha iniziato la sua carriera a diciassette anni, dalla scuola quando i professori la sceglievano per le recite scolastiche. ” Era un’emozione grandissima”, ha detto la  Sastri, “quando i professori dicevano chi sono le ragazze della recita e noi ci alzavamo in piedi circondati dai compagni di classe. Mi sentivo importante, speciale. Per questo motivo ho intrapreso questa carriera”. Però, spiega, che questa passione le è stata trasmessa dalla madre e dalla canzone napoletana,  quella che parlava di amore e di passione; quella dei grandi maestri quali Edoardo De Filippo e  Totò. Lo spettacolo è iniziato con la rappresentazione di “Masaniello” e un capolavoro dopo l’altro fino alla fine, senza fermarsi un momento. Non c’è stato il tempo di commentare ed assaporare l’opera precedente che subito iniziava  la successiva, trasmettendo emozioni come solo i grandi attori sanno fare.  Gli unici momenti di pausa sono stati quelli dove l’artista ha raccontato alcuni spezzoni della sua vita da bambina, dove con i suoi fratelli viveva in quella casa piccolissima. “La mattina ci alzavamo con l’odore del caffè appena macinato e con la voce di mia madre”, prosegue l’attrice, “che in cucina cantava quelle meravigliose canzoni napoletane”. Dopo una breve pausa provocata dall’emozione, continua dicendo: “non è stata un’ infanzia facile, la sera quando ci sedevamo a tavola c’era un solo piatto al centro, sono stati tempi difficili.  Ad accentuare ancora di più questo malessere, la mancanza di  mio padre che non c’era mai  sempre in viaggio per lavoro”. Dopo questo spezzone di vita dell’ artista  la commedia e’ ripresa con la rappresentazione di altre opere che hanno portato la Sastri ad un’altra pausa ed un altro pezzo di vita, quando cantava per strada ed interpretava “MASANIELLO”. Ancora tempi duri che fortunatamente sono finiti con la sua chiamata a Cinecittà per interpretare la biografia dell’attrice ANNA MAGNANI. “Arrivata a Roma ero impaurita, conclude l’attrice, non sapevo se sarei stata all’altezza di interpretare una storia così importante”.  Qui ha conosciuto personaggi illustri che i giovani di oggi fanno fatica a conoscere. Questi le hanno insegnato il mestiere, quello duro,  che l’hanno portata a vincere due David di Donatello come migliore attrice protagonista e uno come  attrice non protagonista. La manifestazione si è conclusa alle ore 23:00 circa con un applauso prolungato del popolo lucano rivolto alla Sastri per la sua bravura nell’interpretare dei capolavori d’altri tempi e per la sua capacità nel trasmettere emozioni che difficilmente si dimenticano. Prima della chiusura del sipario ha ringraziato il pubblico per averla accolta calorosamente con l’augurio di ritornare presto sul palco potentino.

ROBERTO SASSONE

Potrebbero interessarti anche...