Napoli Challenge: 5 medaglie d’Oro e 6 quelle di Argento per il Team Lucano

Napoli ChallengeLa parola per esprimere quello che pensiamo dei nostri risultati, questa è SODDISFAZIONE.
Questa la dichiarazione di SERENA LAMASTRA e BARTOLO TELESCA, dirigenti dell’Accademia delle Arti Marziali e degli Sport da Combattimento, a conclusione di un ricco Week End che ha visto gli atleti Lucani impegnati sui tatami del Napoli Challenge, gara valevole per il Ranking nazionale patrocinata dall’Unione Italiana Jiu Jitsu

Soddisfazione dovuta ai risultati conseguiti Team, piazzatosi al secondo posto nella classifica a squadre, su ben 70 team provenienti da tutta Italia.
Ben 5 le medaglie d’Oro, 6 quelle di Argento e 7 i Bronzi portati in terra Lucana alla scuderia del Maestro Massimiliano Monaco, rappresentante regionale del team BUDO CLAN del maestro Dario Bacci.
Folto il numero dei bambini che frequenta i progetti di promozione sportiva dell’asd, tra questi si sono distinti sui tatami partenopei:

Vito Sansone, Oro nei Giovanili e negli Junior Oro per Emanuele Colella, protagonista di un gesto sportivoNapoli Challenge degno di nota: il piccolo Emanuele ha infatti 
,sul podio, levato dal collo la sua medaglia per offrirla al Bambino contro cui aveva disputato la finale, salito al secondo gradino. Argento inoltre per Gabriel Guma,  Gioele Rondanini, Giulia Carlucci,Marika e Ryan Telesca, medaglia di bronzo invece per Viola e Lorenzo Monaco, Fatima Tancredi e Gabriele Feo.
Negli adulti Tre medaglie pesanti arrivano per Gianni Molinari e Giovanni Abruzzese (nella categoria senza kimono/nogi) ed Alessia Podano (nella categoria femminile con Kimono/Gi). PODANO inoltre vista la splendida performance, a coronare l’impegno profuso e le competenze acquisite, si è vista stingere in vita la tanto desiderata cintura Blu.
Ad arricchire il bottino del Team gli argenti presi da Molinari nella categoria con Kimono/gi e Carlo Scaringella (nogi) nuovamente Bronzo anche nella categoria con kimono\gi insieme a Giovanni Abruzzese.
Nulla di fatto per Antonio Chieppa che non riesce a trovare la condizione psicofisica per esprimersi al meglio.
Ancora una voltale arti marziali lucane si impongono a livello nazionale in quella che è considerata la competizione più importante del sud Italia per quanto riguarda il JIU JITSU Brasiliano che ha visto la registrazione di ben 433 atleti provenienti da tutto lo stivale.