Matera: Serata musicale a sostegno della campagna di sensibilizzazione sulla donazione e trapianto di organi.

“TRAPIANTO, UN CONCERTO PER LA VITA CHE MI HAI DATO.”

“TRAPIANTO, UN CONCERTO PER LA VITA CHE MI HAI DATO.”Mercoledì 16 maggio 2018, alle ore 19,00, presso la sala “Rota” in Piazza Sedile a Matera, il Conservatorio di Musica “E. R. Duni” di Matera e l’Aned, Associazione Nazionale Emodializzati
– Dialisi e Trapianto – Onlus, organizzeranno una serata musicale a sostegno della campagna di sensibilizzazione sulla donazione e trapianto di organi. Si esibirà la classe di Musica da Camera della prof.ssa Loredana Paolicelli in “Tango Nuevo e Valse Musette”.
Attraverso la musica vogliamo raggiungere il cuore delle persone e testimoniare l’importanza del gesto della donazione come atto di solidarietà sociale e di altruismo che consente, dopo la morte, di salvare molte vite minacciate o limitate da gravi malattie. A volte la vita donata con un trapianto si è trasformata in vita moltiplicata perché chi ha ricevuto un dono è diventato a sua volta mamma o papà. Per tutti comunque il trapianto è la rinascita e il ritorno ad una vita perfettamente normale. La qualità dei trapianti e la bontà della successiva assistenza negli ospedali italiani mostrano a chi ha deciso di donare gli organi che sta facendo una scelta giusta. Sul fronte sportivo, Aned organizza e promuove eventi sportivi nazionali e internazionali per i trapiantati di qualsiasi organo. Lo sport è espressione di gioia e di fiducia nei confronti della
vita e da sempre ha contribuito a migliorare la qualità della vita di molti pazienti.
Ma un trapianto testimonia qualcosa di più. Sulle piste innevate di Bormio nel 2002, durante i campionati internazionali di sci, organizzati dall’ANED, con la partecipazione di trapiantati provenienti da diversi paesi del mondo e la straordinaria presenza dei genitori di Nicholas Green e di Marta Russo, assistemmo commossi alla storico abbraccio fra trapiantati israeliani e trapiantati palestinesi. Il trapianto va oltre ogni confine, supera odi e divisioni perché è comunione di destini. Il 2017 è stato un anno record per donazioni e trapianti. Sono stati eseguiti in Italia 3.950 interventi totali di trapianto di organi, contro i 3.698 del 2016. In crescita i donatori utilizzati: 1437 contro i 1298 del 2016. Aumentano i trapianti complessivi di rene (2244 nel 2017 contro i 2076 nel 2016) di cui 310 da donatore vivente. Su questo scenario positivo influisce anche il calo delle opposizioni alla donazione, pari nel 2017 al 28.7% contro il 32.8% dell’anno precedente. Con l’aumento delle donazioni e dei trapianti si registra una flessione dei pazienti in lista di attesa; al 31/12/2017 i pazienti in lista sono stati 8.807; mentre al 31 dicembre del 2016 erano 9026.
Continua nel 2017 il percorso di attivazione nei Comuni italiani del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti in occasione del rilascio/rinnovo della carta d’identità. All’11 gennaio 2018 i Comuni che hanno avviato questa procedura sono stati 2217 contro i 1.374 nel 2016; l’81.7% delle manifestazioni di volontà rese al Comune sono positive.
Anche in Basilicata i dati evidenziano un forte incremento dell’attività: nel 2017 sono stati effettuati 10 prelievi di organi da cadavere contro i 6 del 2016, con un indice di 17,4 prelievi di organi da cadavere per milione di abitanti, contro la media nazionale 23,7 pmp., mentre sono in netto calo le opposizioni espresse dalle famiglie lucane passate dal 60,9% al 18,8%. Dedichiamo il concerto a tutti i donatori e alle loro famiglie che, in un momento doloroso per la perdita del proprio caro, hanno pensato alle sofferenze di coloro che aspettano di ritornare
a vivere grazie ad un trapianto, al personale dei Centri Trapianti e delle reti ospedaliere che svolgono un lavoro difficile e complesso e ai tanti volontari, che nei diversi ruoli e responsabilità, hanno reso migliore l’Italia.

Clicca sul link per il programma completo.

Conservatorio Programma Sala 16 Maggio 2018

Potrebbero interessarti anche...