Matera: Controlli straordinari dei Carabinieri. Denunce e patenti ritirate

Durante il trascorso fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Matera, nell’ambito dei predisposti servizi di controllo del territorio, tesi alla prevenzione e repressione dei reati in genere, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Matera due uomini rispettivamente di 47 e 20 anni, il primo della provincia di Siracusa e l’altro di Vicenza.

I Carabinieri nel perlustrare le zone, sia centrali che periferiche, del capoluogo, hanno conseguito i seguenti risultati operativi, ed in particolare:

–       i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Matera, nel pattugliare una delle principali strade cittadine, hanno notato un’autovettura che, alla vista della gazzella, ha accelerato la propria corsa, cercando di dileguarsi, ma è stata immediatamente raggiunta e fatta accostare a bordo strada. Alla guida vi era un 47enne della provincia di Siracusa il quale, fatto scendere dal veicolo presentava problemi nel mantenersi in equilibrio ed aveva difficoltà nell’articolare frasi sensate. L’uomo, data la circostanza, è stato sottoposto all’accertamento con etilometro, risultando positivo con un valore alcoolemico superiore rispetto ai limiti previsti dalla legge. Il 47enne è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria e la patente di guida ritirata;

–       i militari della Stazione di Matera nel corso dei quotidiani servizi di pattuglia nel rione “sassi” e nel centro storico, in particolare lungo via Madonna delle Virtù, hanno notato un ragazzo che, alla vista dei Carabinieri ha assunto un atteggiamento nervoso, che ha insospettito i militari. Lo stesso, fermato ed identificato in un 20enne originario della provincia di Vicenza, sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di circa 20 cm, del quale non era in grado di giustificare il porto. Il ragazzo è stato, pertanto, denunciato all’Autorità Giudiziaria per porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere ed il coltello sottoposto a sequestro.