L’arma dei carabinieri presente alla cerimonia inaugurale di Matera capitale europea della cultura 2019

L’arma dei carabinieri presente alla cerimonia inaugurale di Matera

Il 19 gennaio 2019, l’Arma dei Carabinieri ha partecipato attivamente, con i suoi più alti vertici, alla cerimonia inaugurale di “Matera capitale europea della cultura 2019”. Poco prima dell’inizio della cerimonia serale, in Piazza San Pietro Caveoso, il Sindaco della città di Matera, Avv. Raffaello De Ruggeri, ha ringraziato personalmente il Comandante Generale dell’Arma, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, per l’opera svolta dai Carabinieri sul territorio, indicandoli quale sicuro riferimento per la cittadinanza. Il Generale, nell’occasione, ha voluto sottolineare l’importanza dedicata dall’Arma alla città di Matera, con un magnifico scatto fotografico ritraente il connubio Arma dei Carabinieri – Matera, riprodotto sul “planning” istituzionale distribuito a tutti i propri comandi disseminati sull’intero territorio nazionale, promemoria settimanale da scrivania i cui ricavati della vendita saranno interamente devoluti all’istituto pediatrico genovese “Giannina Gaslini” per aiutare i piccoli pazienti.

Nella mattinata del 23 gennaio, il Ten. Col. Sighinolfi è stato ricevuto dal Sindaco, visibilmente grato ed emozionato, al quale ha donato una stampa che riproduce l’affascinante scatto fotografico che verrà esposta negli spazi di rappresentanza della casa comunale.

La giornata inaugurale è stata impreziosita anche dalla presenza in città, nella splendida cornice dei Sassi, della Fanfara del 10° Reggimento Carabinieri “Campania”, istituita con Regio Decreto il 18 giugno 1862, che si è esibita assieme a duemiladiciannove musicisti componenti di “Bande Musicali”, nazionali ed internazionali, civili e militari, provenienti da tutta Europa.

Prima presso la “Cava del Sole”, un’antica cava di tufo trasformata in un anfiteatro naturale, ove, schierata con la Banda della Polizia di Stato e la Fanfara della Guardia di Finanza, ha omaggiato con celebri sinfonie autorità e cittadini presenti. Successivamente, magistralmente diretti dal Maresciallo Maggiore Maestro Luca Berardo, i Carabinieri musicisti sono scesi “in piazza”, ad essere precisi in Piazzetta Giovanni Pascoli, un’incantevole slargo con vista mozzafiato tra i rioni “Caveoso” e “Barisano” dei celebri Sassi, ove giunti marciando, hanno immediatamente attirato a se centinaia di cittadini ed in un crescendo di emozioni, fra applausi scroscianti hanno eseguito i celebri brani “Inno alla Gioia”, “Y.M.C.A.”, “Passeggiata Napoletana”, “O’ Sole mio”, “Banda in Vacanza” e la toccante “My Way”.

In serata è andata in scena l’ultima emozionante performance della Fanfara del 10° Reggimento Carabinieri “Campania”. Sul palco allestito nella suggestiva Piazza “San Pietro Caveoso”, quarantacinque musicisti “interforze”, coordinati dal celebre compositore e pianista Stefano Bollani, hanno eseguito l’Inno Nazionale alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di membri di Governo ed altre insigni personalità politico – istituzionali, nazionali ed europee.

Nel corso della stessa giornata, il Comandante Generale ha voluto far visita ad alcuni reparti dell’Arma particolarmente impegnati sotto l’aspetto operativo, recandosi, prima, a Policoro presso il locale Comando Compagnia e, dopo, presso le Stazioni Carabinieri di Metaponto e di Montescaglioso. Il Generale Nistri, accompagnato dal Comandante della Legione Basilicata, Generale di Brigata Rosario Castello, e ricevuto dai comandanti dei rispettivi reparti, ha incontrato il personale anche del ruolo forestale, nonché i delegati della rappresentanza militare e delle locali sezioni dei Carabinieri in congedo, esprimendo loro il proprio compiacimento e la gratitudine per l’impegno profuso nelle attività di controllo del territorio e contrasto ad ogni forma di criminalità, facendo particolare riferimento alla brillante operazione contro il “caporalato” appena portata a termine.