Capodanno a Matera. Dire Straits Legacy, fra rock e solidarietà

La grande musica accompagnerà l’arrivo del 2017

Tutto pronto a Matera per il Concerto di San Silvestro, il 31 dicembre a Matera.
Il grande rock sbarcherà in piazza Vittorio Veneto con il progetto “Dsl – Dire Straits Legacy”, voluto da Phil Palmer storico musicista della band per celebrare la musica che ha segnato un’epoca con brani come “Sultan of swing” o “Money for nothing”. Sul palco insieme a lui ci saranno Alan Clark, Danny Cummings, Mel Collins Steve Ferrone, Michael Feat, Marco Caviglia e Primiano Dibiase. “Il progetto – si legge sul sito di Dire Straits Legacy – è quello di rimettere insieme vecchi amici, membri
dei Dire Straits per portare la musica ai fans che ne sono stati privati per troppo tempo”. Matera
ospiterà il concerto in vista del tour mondiale che si aprirà nel 2017. Il concerto, presentato dalle

Laura e Silvia Squizzato

gemelle Squizzato, si aprirà con Numa, madrina Unicef e Ambasciatrice del Giubileo dell’Educazione su
incarico dell’Agenzia Academic Impact Onu. che eseguirà il brano “Noi siamo amore”, nato da un
progetto solidale promosso con l’organizzazione umanitaria internazionale, nonché elemento centrale
del gemellaggio con Matera e il progetto “La Terra Promessa”.  Il brano è la versione italiana della
canzone “Promised land” che nella versione inglese è scritta da Phil Palmer e Paul Bliss. Sostenitore e e

Numa

ispiratore del progetto, in Italia, è Renato Zero mentre il testo è di Vincenzo Incenzo. Numa canterà
anche il brano “Non andare via” scritto con Alberto Zeppieri, direttore artistico dell’Unicef il cui video è
stato patrocinato dal Comune di Matera e dalle Grotte di Castellana.

Il concerto dei Dire Strais Legacy che animerà il palco di Piazza Vittorio Veneto, il 31 dicembre, riporterà
sul palco la musica che ha fatto la storia del rock mondiale e i musicisti che sono stati protagonisti degli
album diventati “icona” di quell’epoca, ma ancora oggi vera e propria ispirazione per le nuove generazioni. Al gruppo inglese dei Dire Straits si deve infatti l’evoluzione del rock che dalla fine degli anni ’70, attraversò epoche del tutto particolari, giungendo agli anni ’90, quando la band si sciolse.

Di quella storia è rimasta una straordinaria eredità musicale che il progetto “Dsl – Dire Straits Legacy” non vuole disperdere trasferendola alla Generazione 3.0. Il concerto comincerà alle 22,30 con Numa. Subito dopo è prevista l’esibizione del celebre musicista materano Antonello Fiamma. Dopo il brindisi di fine anno, la musica continua con la musica di Paolo Irene e Saverio Pepe che saranno presenti anche durante il resto della serata.

Potrebbero interessarti anche...