Autolinee Nolè, senza alcun preavviso blocca la linea per l’area industriale Fca Melfi,

Trasporti, Ugl: ”Marrese risolverà il problema che si ripete ad ogni minima occasione?”

“Siamo alle solite, Egregio Presidente della Provincia di Matera Avv. Piero Marrese, apprezzando il suo impegno sull’annosa questione dei pullman di cui giornalmente gli utenti dei comuni della provincia usufruiscono, esterniamo le incresciose situazioni che attanagliano il sistema trasportistico: un problema che si ripete ad ogni minima occasione compreso a Pasqua, a Natale, durante il mese di agosto ed ora autonomamente anche le domeniche. Il trasporto per gli operai degli stabilimenti Fca Melfi e Barilla, non viene assicurato. Ora, e non ultima, le autolinee Nolè, le quali senza un minimo di preavviso all’utenza, la corsa di domenica 24 maggio la sospende e lascia tutti gli operai appiedati. Come di consueto, anche per quest’ennesima volta l’Ugl,  chiede alle Istituzioni interessate di intervenire: è una vergogna”.

Il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano scrive al Governatore Provinciale Marrese, ricordando che, “nello stabilimento Fca di Melfi (Potenza) dal 21 maggio è ripartita tutta la produzione, che era stata sospesa a causa dell’emergenza coronavirus: ed ecco il ripetersi dei tanti eventi disagianti che quotidianamente si verificano. La misura è colma, noi ripetiamo incessantemente che è troppa la sopportazione di operai. Caro Presidente Marrese finora nulla è cambiato: precisamente nessun avviso all’utenza, un abuso e sospensione di pubblico servizio della Nolè specificatamente a chiari lettere, creando dei notevoli disagi all’utenza. Un disagio – prosegue Giordano -, imputabile alla indifferenza anche degli Organi preposti, Ente Regione e Co.Tra.B. che l’Ugl sollecita l’Ente provinciale di Matera e tale per conoscenza al Prefetto di Matera. Marrese, l’Ugl Matera è stanca di queste ‘tarantelle carnevalesche’, sopprimere delle determinate corse significa non dare la possibilità a centinaia di operai che dovranno essere presenti normalmente a lavoro anche di domenica: gli addetti alla produzione, i manutentori, i sorveglianti, i pompieri, gli addetti alla sicurezza industriale e quel personale necessario per particolari attività. Siamo alle solite, un problema che si ripete: il trasporto da e per la provincia di Matera a Melfi, direzione stabilimenti Fca e Barilla, non è stato mai ben garantito e assicurato da questa azienda. Non ci sembra davvero giusto che si debba gravare così pesantemente sulle già provate forze dei lavoratori. E’ davvero un disagio a ‘senso unico’: nel senso che le altre concessionarie di trasporti viaggiano sempre tranquillamente come, le autolinee Grassani & Garofalo, Grassani e Tito, mentre sull’altro versante della regione, la provincia di Potenza, il servizio di autolinee prosegue normalmente la sua attività. Perché questa disparità territoriale a discapito dei viaggiatori materani privati di un’opportunità che ad altri lavoratori non viene mai meno? chiede con evidente amarezza l’Ugl. Per cui, l’Ugl ha chiesto di trovare soluzioni alle enormi difficoltà che i lavoratori pendolari devono affrontare per raggiungere il proprio posto di lavoro. Siamo sicuri – conclude Giordano – che Marrese, Presidente della Provincia di Matera, persona seria e affidabile, con urgenza della questione ci darà una spiegazione dell’accaduto, risolverà anche tale problema facendo ben comprendere alla ditta Nolè che sul trasporto pubblico non può fare a suo piacimento il bello o il cattivo tempo”.